Arch. Beatrice Bruzzì

Beatrice BRUZZÌ (Locri il 27 febbraio 1982)

Beatrice Bruzzì, architetto e designer, si laurea con 110 su 110 e lode in Architettura all'Università “Mediterranea”di Reggio Calabria con la tesi di laurea dal titolo “Nuovi percorsi razionali, sala espositiva ed auditorium per il Parco Archeologico di Locri Epizefiri” (tesi classificata al quarto posto nel Concorso nazionale per il Premio MUMEX 2010, istituito dal Ministero dei Beni Culturali e da Invitalia), ponendo subito l'accento sull'importanza del recupero e della valorizzazione del territorio della Locride, che necessita di una forte opera organica di ricucitura del tessuto urbano in un'ottica promotrice delle risorse esistenti. La sua indole appassionata ed innovatrice la porta subito a confrontarsi con la professione dando vita, ancora giovanissima, allo studio di architettura e design Pro.Arch. (Promenade Architecturale) insieme all'architetto Carlo Stalteri. Nel tempo si specializza nella progettazione di unità residenziali, ristrutturazioni ed arredamento d'interni. La sua etica professionale è improntata sulla sinergia degli interventi di trasformazione del territorio, senza tralasciare la cura per il particolare e lo stupore della scoperta dell'innovazione raggiunta attraverso un processo di creazione razionale ed equilibrato.

Esperienza lavorativa
  • -   Studio di architettura PRO.ARCH;
  • -   collaboratrice nella progettazione Architettonica, nella restituzione grafica dei progetti dell'Arch. Carlo Stalteri;
  • -   collaboratrice nella progettazione Architettonica, nella restituzione grafica dei progetti dello e sviluppo pratiche catastali studio tecnico Zoccali;
  • -   Collaborazione con L'Urban Center di Locri.

Istruzione e formazione
  • -   Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione
  • -   ESEFS, Ente Scuola Edile per la Formazione e la Sicurezza della provincia di Reggio Calabria;
  • -   RUREDIL chemicals for building spa , Milano;
  • -   UNIVERSITÀ "MEDITERRANEA" DEGLI STUDI DI REGGIO CALABRIA, Facoltà di Architettura;
  • -   LICEO CLASSICO "IVO OLIVETI", Locri (RC).

Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio
  • -   ESEFS, Ente Scuola Edile per la Formazione e la Sicurezza della provincia di Reggio Calabria;
  • -   RUREDIL chemicals for building spa , Milano;
  • -   Università Mediterranea degli Studi di Reggio Calabria, Facoltà di Architettura;
  • -   Liceo Classico Ivo Oliveti, Locri (RC).

Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio
  • -   Progettazione architettonica
  • -   disegno industriale - urbanistica
  • -   storia dell'architettura
  • -   restauro architettonico
  • -   modellazione 3D e rendering
  • -   realizzazione plastici
  • -   disegno tecnico ed artistico
  • -   diritto urbanistico
  • -   filosofia estetica
  • -   statica delle strutture.

Qualifica conseguita
  • -   CONSULENTE TECNICO d'UFFICIO del Tribunale di Locri (RC);
  • -   ARCHITETTO, SEZIONE "A"- SETTORE "Architettura" con il numero d'ordine 2553 all'Albo dell'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Reggio Calabria;
  • -   DOTTORESSA IN ARCHITETTURA - Laurea in Architettura, valutazione 110/110 e lode, titolo della tesi: Nuovi percorsi razionali, sala espositiva ed auditorium per il parco archeologico di Locri Epizefiri. Relatrice: prof. arch. Laura THERMES; progetto che ha ottenuto il quarto posto a livello nazionale "Premio MUMEX" per i poli museali d'eccellenza nel mezzogiorno;
  • -   COORDINATORE IN FASE PROGETTUALE ED ESECUTIVA DEI LAVORI (art. 10 e allegato V – D.LGS. N. 494/1996) aggiornato e coordinato con il D.LGS. 528/99 e con il D.P.R. 3 Luglio 2003 N. 222 edizione 2007/2008, registrato al n° 494/II/07-08/6;
  • -   Diploma di maturità classica.

Nomine
  • -   (2013-2017) MEMBRO DEL CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA;
  • -   (2010-2015) MEMBRO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA PIA FONDAZIONE “ISTITUTO PER L'INFANZIA ABBANDONATA VINCENZO SCANNAPIECO” (Regio Decreto 27.12.1927) Istituto, oggi Ente Morale, che si occupa della gestione patrimoniale del benefattore Vincenzo Scannapieco a scopi sociali e di reintegrazione delle persone disagiate.